Nuove regole anti-covid: boom di controlli a Roma e Viterbo da parte dei carabinieri del Lazio volti al rispetto delle norme per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, anche alla luce delle nuove disposizioni entrate in vigore oggi, in modo particolare sul tipo di mascherina in uso e sull’obbligo della certificazione verde rinforzata sui mezzi pubblici. Nel corso delle verifiche sono state identificate centinaia di persone e in questa fase dei controlli oltre 20 persone sono state sanzionate amministrativamente. In particolare all’interno della Stazione Termini i Carabinieri hanno sanzionato 2 utenti sorpresi a bordo dei mezzi pubblici, linea B della metropolitana, sprovvisti del Green Pass.


A Tivoli i militari hanno eseguito controlli presso il capolinea dei bus in arrivo dalla capitale, controllando 129 persone, 8 delle quali, cittadini stranieri, sono state sanzionate per il mancato utilizzo della mascherina FFP2 a bordo dei mezzi pubblici e altre 3 per il mancato possesso del Green Pass. Una 34enne romena, inoltre, è stata anche denunciata a piede libero per aver presentato una certificazione verde intestata ad altra persona.
Controlli anche a Tor Bella Monaca, dove i Carabinieri hanno sanzionato, per complessivi 1.200 euro i titolari di tre minimarket perché sorpresi ad esercitare attività lavorativa senza indossare i dispositivi di protezione individuale previsti dalla normativa antiCovid19.
Verso il litorale di Anzio, Nettuno e Ardea all’interno di un negozio di generi alimentari multietnico sono state sanzionate 3 persone per il mancato utilizzo della mascherina mentre, nei pressi della Stazione di Anzio, è stato sanzionato un altro soggetto per la mancanza uso della mascherina protettiva. Stessa sanzione è stata applicata a due persone sorprese a passeggiare a piedi in piazza Garibaldi.
È stata denunciata dai carabinieri di Viterbo una donna che, nella frazione di Bagnaia, ha mostrato ai militari il green pass di un’altra persona.


Durante i controlli che in questi giorni i carabinieri stanno svolgendo per verificare il rispetto delle nuove norme vigenti, la donna è stata notata scendere da un autobus senza la mascherina ffp2, obbligatoria sui mezzi pubblici.
Alla richiesta del certificato verde, la signora ha mostrato un pass che è stato immediatamente riscontrato essere di un altro. A quel punto i Carabinieri della Stazione di Bagnaia hanno condotto la donna in caserma e hanno proceduto a denunciarla per falsa attestazione di identità oltre a sanzionarla per la mancanza di dispositivi di protezione da contagio previsti dalle legge.

By Alessio Campana

Nato a Roma nel 1998, attualmente studia giurisprudenza all'Università La Sapienza. Già collaboratore del Corriere di Viterbo, è in Telelazionord dal 2019. Scrive di cronaca per AGI (agenzia giornalistica italiana), tra le principali agenzie di stampa italiane. Ha seguito, tra gli altri, il Rave di Valentano e i principali fatti di quest'anno nel Viterbese. Iscritto all'ordine dei giornalisti dal 2019.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *